Ciao!
                   RadioMelisandra è una WebRadio con la quale studenti di età diverse potranno realizzare loro trasmissioni su temi che di volta in volta cambieranno:
  •    dai diritti dell'infanzia
  •    all'incontro con altre culture
  •    dal tema della migrazione
  •    a quello delle identità, ecc.
  • Materiali sulle webradio

    Archivi per la categoria ‘A proposito di radio’

    “GRC”, il giornale radio fatto in carcere

    Il “GRC” è il primo programma radiofonico realizzato all’interno del carcere e viene trasmesso sulle frequenze di Radio Popolare, su quelle di Roma il lunedì e su quelle della Lombardia la domenica sera dalle 21.00 alle 22.30.

    Il «Grc» raccoglie e da voce alle opinioni di chi vive dietro le sbarre, quelle che raramente emergono e che raramente qualcuno penserebbe di poter ascoltare. Ci sono due redazioni al lavoro, una presso il carcere di Rebibbia, l’altra presso quello di Bollate. I detenuti scelgono di che cosa parlare e organizzano le proprie trasmissioni.

     

    Per saperne di più e soprattutto per ascoltare i podcast delle trasmissioni occorre andare sul sito di “Jailhouserock

    Radio AUT

    Radio AUT e l’esperienza di Peppino Impastato.
    Ascolta l’audio di una celebre puntata in cui Peppino denuncia gli affari mafiosi in atto nel paese detto non a caso “mafiopoli”.

    Per conoscere meglio chi era Peppino Impastato vai questo link

    Radio Libera: Danilo Dolci

    Il 25 marzo 1970 e’ una data che segna un punto di non ritorno nella storia della comunicazione italiana: in quel giorno intorno alle 19.00 circa, per la prima volta, il segnale radiofonico di ”Radio Libera Partinico” rompe il monopolio di stato sulle trasmissioni via etere con un forte messaggio di denuncia del potere mafioso e clientelare che aveva attinto a piene mani dai soldi destinati alla ricostruzione della valle del Belice dopo il terremoto del 1968.

    Quel segnale apre le porte ad una nuova stagione dei media, fiorita nell’arco degli anni ’70 con decine di radio e televisioni “libere”, nate in una zona grigia del diritto e successivamente riconosciute anche dalla Corte Costituzionale come una legittima declinazione di quel diritto all’espressione “con ogni mezzo di diffusione” sancito dall’articolo 21 della nostra Costituzione”.

    Fonte: testo tratto da www. radiomarconi.com

    Ascolta l’audio del primo discorso di Dolci

    Danilo Dolci e “Radio Libera”

    Prima trasmissione radio 1924: l’ URI

    La prima trasmissione radiofonica dell’URI che poi diventerà RAI: è il 6 ottobre del 1924